Venerdì, 13 Maggio 2016 18:16

    Tecnologia LED: il risparmio corre anche sul filo

    Scritto da 
    Vota questo articolo
    (3 Voti)

    In queste righe parliamo di un argomento poco noto, almeno ai non "addetti". In un modo o nell'altro si è sentito parlare del risparmio dato dalle lampade a LED confrontate con quelle ad incandescenza, vi sono tanti articoli online, ad esempio il nostro http://www.promni.it/it/blog-ita/item/2-ti-sta-a-cuore-la-salvaguardia-ambientale-vuoi-seriamente-tagliare-costi-in-bolletta

    Ma una cosa interessante, che non viene discussa più di tanto, è il risparmio nei conduttori elettrici, sia a livello locale, nelle singole abitazioni, che in senso più allargato fino a coinvolgere tutta la rete nazionale di distribuzione dell'energia.

    Per dimostrare il tutto useremo un minimo di matematica e qualche nozione base di elettrotecnica, ma a livello molto elementare. Da quanto mi risulta sono argomenti che vengono trattati in tutti gli istituti, che siano professionali, licei di ogni tipo, oltre che ovviamente in quelli dove certi argomenti sono il cuore dell'insegnamento.

    Supponiamo di avere una lampada da 1000W ad incandescenza che sostituiamo con una a LED da 100W. Se il livello di efficienza energetica della lampada LED è buono, come quello dei prodotti Promni, le due lampade produrranno un simile flusso luminoso, nonostante quella a LED consumi 1/10 di quella tradizionale.

    Poniamo entrambe le lampade, una alla volta, a valle di un cavo lungo 100 m. In questo caso avremo 200 m di conduttore totale, dato che un filo va e uno torna. Vediamo qui di seguito cosa otteniamo nei due casi.

    Lampada ad Incandescenza
    La corrente che scorre è 1000W/230V = 4.34A. Supponendo che i conduttori abbiano una sezione di 1mm2,  essendo i conduttori costituiti di rame, che ha una resistività di 0.0176 ohm x mm2 / m,  su 200 m abbiamo 0.0176 x 200 m / 1 mm2 = 3.52 ohm. Ora, la potenza è data da R x I2 che sostituendo ci dà 3.52  x 4.342 = 66.30W ! Cioè stiamo buttando circa 66W nel cavo, non ve lo aspettavate vero ?

    Lampada a LED
    Ma vediamo ora cosa otteniamo con la lampada a LED. Abbiamo detto che consuma 100W, quindi la corrente è 1/10 rispetto a quella della lampada ad incandescenza, infatti 100W/230V = 0.43A. Adesso viene il bello: la potenza dispersa nei conduttori è data sempre da R x I2 dove R è sempre la stessa dei 200m di conduttori da 1mm2 ovvero 3.52 ohm mentre la corrente è 0.43A per cui 3.52 x 0.432 = 0.66 W !! Si tratta di 1/100 di potenza dispersa nei conduttori a fronte di una corrente di un decimo. Infatti quest'ultima incide sulle perdite in maniera inversamente proporzionale al quadrato.

    Ovviamente nel piccolo “orticello” di ognuno di noi questo effetto può essere trascurabile, pur essendo presente e generando calore, spreco di energia e aggravio dei costi in bolletta. Ma se si sommano insieme tutte le abitazioni, nonché industrie, uffici e altro, nell'intera rete elettrica nazionale l'ordine di grandezza delle perdite di potenza che si potrebbero evitare è misurabile in Mega Watt !

     

    Letto 514 volte Ultima modifica il Mercoledì, 12 Ottobre 2016 15:57

    Lascia un commento

    Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
    Codice HTML non è permesso.

    Top